Volare in gravidanza

Volare in gravidanza è sicuro?

Ci sono molti dubbi su quanto sia sicuro volare in gravidanza. In realtà bastano poche piccole precauzioni per godersi il viaggio

Conservazione cordone ombelicale - GuidaDi: Redazione

Le future mamme più amanti dei viaggi sono da sempre toccate da questo dubbio: possono volare in gravidanza? I nove mesi di attesa sono infatti un momento delicato dal punto di vista fisico. In alcuni casi, i cambiamenti fisiologici e ambientali legati ai viaggi in aereo potrebbero essere poco indicati.

Prima è meglio

Se la futura mamma sta avendo una gravidanza tranquilla, non dovrebbero esserci problemi. Ciononostante, è bene volare solo fino alla 37a settimana di gestazione. Nel caso in cui stesse aspettando dei gemelli, il limite si sposta alla 32a settimana. Da quel punto in poi, la donna può entrare in travaglio in qualsiasi momento, viaggio in aereo compreso.

Diverse compagnie aeree mettono dei limiti alla possibilità di volare in gravidanza. La ragione è proprio la mancanza di assistenza adeguata se il travaglio dovesse iniziare in viaggio. In caso di complicazioni, mancherebbero ostetriche e attrezzature adatte. Sia mamma che bambino sarebbero quindi in pericolo.

Problemi in viaggio

L’altitudine di una cabina di aereo è un cambiamento d’ambiente rilevante. Nonostante qualsiasi aereo sia pressurizzato, volare tra i 4.000 e gli 8.000 ha comunque i suoi effetti. La pressione è molto più bassa, il che provoca una riduzione del 10% nella saturazione dell’ossigeno nel sangue. In condizioni normali, questo abbassamento non ha effetti particolari sulla persona.

Alcune donne che volano durante la gestazione potrebbero avvertire un senso di disagio. È facile che le gambe si addormentino e sono frequenti mal d’aria e congestione nasale. Inoltre, con l’aumentare dell’altitudine i gas tendono ad espandersi. Questo, insieme alla vasodilatazione propria della gravidanza, provoca spesso piccoli disagi alle orecchie.

Raccomandazioni per un viaggio sicuro

Per volare in gravidanza con agio, è bene prendere qualche precauzione.

Stare seduta molto a lungo aumenta il rischio di trombi alle gambi e alle pelvi. Per combatterlo, meglio scegliere vestiti larghi e scarpe comode per il viaggio. Quando possibile, si consiglia anche di fare due passi lungo il corridoio dell’aereo. È inoltre importante che la futura mamma si tenga idratata.

Fonte: thestatesman.com

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calcola e digita il valore numerico *