Trapianto cellule staminali: nuovo metodo per il trattamento del morbo di Parkinson

In Giappone è stato elaborato un nuovo metodo per il trattamento contro il morbo di Parkinson basato sull’infusione di cellule staminali, che la rende ancora più sicura per i pazienti. Conservazione cordone ombelicale - GuidaDi: Redazione

Un team di studiosi dell’Università di Kyoto ha elaborato un nuovo metodo per rendere più sicura il trattamento basato su cellule staminali contro il morbo di Parkinson.

I ricercatori hanno scoperto che l’irradiazione tramite raggi gamma, in seguito all’infusione di cellule staminali pluripotenti per andare a sostituire le cellule che producono dopamina nel cervello, abbassa le possibilità di rischio che si sviluppino forme tumorali.

Questo studio riuscirà dunque a migliorare la sicurezza della terapia basata sulle cellule staminali, in cui vengono rimpiazzate le cellule produttrici di dopamina, che subiscono l’attacco del morbo di Parkinson, con cellule staminali pluripotenti indotte. Verranno dunque impiegate radiazioni per abbassare le percentuali di rischio di sviluppo di tumori dopo il trapianto di cellule staminali.

Fonte: AGI

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calcola e digita il valore numerico *