Tracciabilità delle staminali: via libera preliminare del governo per il recepimento della direttiva UE

Il governo ha dato il suo via libera preliminare al Decreto Legislativo che dovrebbe recepire la direttiva dell’Unione Europea in tema di tracciabilità delle staminali.Conservazione cordone ombelicale - GuidaDi: Redazione

Su proposta del Premier Matteo Renzi e della Ministra della salute Beatrice Lorenzin, ha recentemente approvato, in via preliminare, il DLGS con cui l’Italia recepisce la direttiva dell’Unione Europea 2015/565. Il decreto va a modificare la precedente direttiva (2006/86/CE) per ciò che concerne talune prescrizioni tecniche in merito alla codifica di tessuti e delle cellule uman3.

In particolare, questo nuovo testo si pone l’obiettivo di garantire, in modo uniforme in tutti i Paesi Membri nell’UE, la tracciabilità delle staminali e, in generale, di tutti i tessuti e delle cellule umane impiegati per l’applicazione sull’uomo (inclusi quelli che vengono importati da Paesi terzi).

Fondamentale è infatti assicurare la tracciabilità delle staminali e dei tessuti lungo tutto il percorso che va dal donatore al ricevente (e viceversa), mediante la codifica dei tessuti e delle cellule attraverso l’applicazione del Codice unico europeo.

Il recepimento di questo direttiva assicura anche la utilizzabilità delle cellule e dei tessuti umani in tutti i Paesi dell’Unione Europea, compresa la circolazione all’interno dello Stato italiano.

Fonte: “Quotidiano Sanità”

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calcola e digita il valore numerico *