Sanità, la Sicilia corre ai ripari

L’assessorato alla salute della regione Sicilia ha messo in atto una riorganizzazione del settore “Materno infantile”. Secondo recenti rilevamenti infatti questa regione è al secondo posto (dopo la Campania) nella classifica italiana per tasso di mortalità perinatale e numero di parti cesarei.

Per porre rimedio a questo primato negativo la regione ha riorganizzato la sua rete di punti nascita, ha attivato un servizio di trasporto materno assistito (Stem) e di trasporto per le emergenze neonatali (Stem). L’attività dei consultori è stata inoltre potenziata ed è stata incentivata la diminuzione dei parti cesarei grazie all’implementazione delle metodologie per il parto indolore.  Oltre a questo, è partita una campagna di informazione e incoraggiamento all’allattamento al seno, una pratica importante per il corretto sviluppo e la salute del bambino ma ancora poco diffusa nella regione Sicilia.

Sei una mamma in attesa? Il tuo bambino sta per nascere? Informati sulla conservazione del suo cordone ombelicale! La sua nascita è la tua unica occasione per conservare un patrimonio prezioso per la salute del tuo bambino e di tutta la famiglia. Scopri di più scaricando la guida gratuita.

Altri accorgimenti per il miglioramento del servizio sanitario sono l’introduzione del “Quaderno della gravidanza” e del “Libretto pediatrico”. Il “Quaderno della gravidanza” è una pubblicazione voluta dall’assessorato alla salute della regione che contiene informazioni utili sui servizi territoriali per la gravidanza, come i consultori, gli ospedali, i punti nascita. Si tratta insomma di una guida all’utilizzo dei servizi sanitari che indica tempi, modi e luoghi dell’assistenza medica e ginecologica, pensata per orientare le future mamme nella fruizione dei servizi disponibili.

Il “Libretto pediatrico” è invece un documento che sarà progressivamente compilato con tutte le informazioni sulla storia sanitaria del bambino, come vaccinazioni e tappe di crescita, ma che conterrà anche utili linee guida e consigli per i genitori.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calcola e digita il valore numerico *