Proteina rigenerazione dei tessuti

Una proteina velocizza la rigenerazione dei tessuti

Scoperta una proteina che stimola infiammazione e rigenerazione dei tessuti. La versione modificata potrebbe rivoluzionare la medicina rigenerativa

Conservazione cordone ombelicale - GuidaDi: Redazione

L’Irccs Ospedale San Raffaele in collaborazione con l’Università di Milano-Bicocca ha messo il turbo alla medicina rigenerativa. I ricercatori hanno individuato una proteina che, una volta modificata, stimola la rigenerazione dei tessuti danneggiati. Per il momento l’hanno testata su cavie con lesioni al fegato e ai muscoli. In futuro, la scoperta potrebbe aiutare a trovare nuove soluzioni per la cura di alcuni tumori.

La doppia vita della proteina HMGB1

Il merito della scoperta sta nella doppia vita di una proteina presente nel nucleo delle cellule. È la HMGB1 (High Mobility Group Box 1) e viene rilasciata in caso di stress o di danni ai tessuti per svolgere un duplice ruolo. Prima di tutto la proteina richiama le proteine del sistema immunitario per gestire l’infiammazione. In un secondo momento, controlla la rigenerazione dei tessuti operata dalle cellule staminali.

Il passaggio da una fase all’altra della proteina HMGB1 è regolato dalla chimica. L’azione infiammatoria corrisponde alla proteina ossidata. L’azione rigenerativa corrisponde invece alla proteina non ossidata.

La proteina modificata

I ricercatori hanno creato una versione modificata della proteina, chiamata 3S-HMGB1. Questa nuova versione non è in grado di ossidarsi, quindi ha sempre una azione rigenerativa. Una volta iniettata nelle cavie, 3S-HMGB1 ha stimolato la rigenerazione dei tessuti muscolari ed epatici in modo molto più efficiente. Al contrario del suo corrispettivo naturale, infatti, non ha indotto alcuna risposta infiammatoria.

La scoperta potrebbe aiutare anche nella lotta contro i tumori. In questo caso sarebbe l’azione infiammatoria quella utile. Si potrebbe infatti usare la proteina modificata per stimolare l’infiammazione dei tumori e ostacolarne la crescita.

Fonte: ansa.it

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calcola e digita il valore numerico *