Pma: le paure delle donne che affrontano i trattamenti di fecondazione assistita

I timori delle donne che si sottopongono a Pma non coincidono con quelle dei medici. Hanno paura infatti soprattutto degli ormoni, mentre i medici temono le gravidanze gemellari. Lo dice un sondaggio online realizzato dal Centro Demetra di Firenze. Conservazione cordone ombelicale - GuidaDi: Redazione

Secondo il sondaggio del Centro Demetra, le donne che si sottopongono a Pma temono gli effetti negativi della stimolazione ormonale e la possibilità che i trattamenti falliscano. I medici invece identificano altri rischi. Temono soprattutto le gravidanze gemellari.

I risultati della consultazione hanno mostrato che esiste uno scollamento tra i timori delle donne che affrontano i trattamenti della Pma e i rischi individuati dai medici. Se le donne considerano le gravidanze gemellari come l’esaudirsi del desiderio di maternità, i medici lo reputano invece un fattore di rischio, che deve essere prevenuto. Nelle gravidanze gemellari possono insorgere molte più complicazioni rispetto ai casi di gravidanza singola (parto pretermine, alto tasso di mortalità, diabete gestazionale e ipertensione). Queste complicanze spesso ignorate dalle do che desiderano diventare mamme.

Spesso le donne sviluppano convinzioni che non hanno nulla di scientifico. Per esempio, reputano in modo sbagliato che impiantare più embrioni possa accrescere le probabilità di una gravidanza. Dai dati invece emerge che aumentano solo le probabilità di una gravidanze gemellari o trigemine, quindi molto complicate.

Fonte: “HealthDesk”

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calcola e digita il valore numerico *