Pesticidi e fecondazione in vitro

I pesticidi ostacolano la fecondazione in vitro

I pesticidi assorbiti da certi tipi di frutta e verdura sarebbero dannosi per la fertilità e ostacolerebbero la fecondazione in vitro

Conservazione cordone ombelicale - GuidaDi: Redazione

I residui di pesticidi su frutta e verdura ostacolano l’azione della fecondazione in vitro. Le donne che consumano prodotti trattati con molti pesticidi hanno il 26% di probabilità in meno di successo. È quanto rivela uno studio pubblicato sul JAMA Internal Medicine.

Lo studio ha seguito 325 donne, che hanno compilato un questionario sulla loro dieta. Tutte le donne si erano rivolte a centri specializzati per sottoporsi a cicli di fecondazione in vitro. I ricercatori hanno analizzato la quantità di vegetali ingeriti dalle donne che avevano avuto un bambino. Hanno quindi determinato la possibile quantità di pesticidi residui ingeriti, in base al tipo di alimento e alla provenienza.

Delle 325 donne, 228 avevano avuto un bambino. Molte di loro mangiavano quantità minime di vegetali noti per la tendenza ad assorbire pesticidi residui. Al contrario, puntavano sulla frutta e la verdura che trattiene meno sostanze chimiche. Secondo i ricercatori, c’è quindi un collegamento tra pesticidi e successo dei cicli di fecondazione in vitro.

Studi precedenti a questo avevano già evidenziato gli effetti negativi dei pesticidi sul sistema endocrino. Erano tutti studi condotti su modelli animali, ma il collegamento è evidente. Quindi, nonostante servano ulteriori studi, gli autori dello studio consigliano di preferire cibi biologici.

Fonte: the-scientist.com

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calcola e digita il valore numerico *