Miti fertilità umana

5 miti sulla fertilità umana

La scienza ha ancora molti dubbi sull’esatto funzionamento della fertilità umana. È però riuscita ad abbattere 5 miti che la riguardano e ancora diffusi

Conservazione cordone ombelicale - GuidaDi: Redazione

È un problema femminile

I problemi di fertilità possono toccare sia gli uomini che le donne. Si calcola che in 1 coppia su 3 il problema sia ricollegabile alla donna, mentre in 1 coppia su 3 è un problema dell’uomo. Nel terzo rimanente, entrambi hanno problemi di fertilità.

La seconda è sempre più facile

Se il primo figlio è arrivato senza problemi, non ce ne saranno nemmeno per il secondo. No? Non proprio. Molte donne soffrono di “infertilità secondaria”, ovvero hanno problemi a concepire per la seconda volta. Le cause cambiano da persona a persona: età, problemi alle ovaie, complicazioni nella prima gravidanza.

L’età non conta

L’età è un fattore fondamentale nella fertilità umana, sia in quella maschile che in quella femminile. Dopo i 35 anni, gli ovociti diventano di meno e tendono ad essere di qualità più bassa. Lo stesso vale per gli spermatozoi.

Basta un mese

Diverse coppie si preoccupano se non riescono a concepire entro il primo mese di tentativi. In realtà è normale dover portare un po’ di pazienza, almeno all’inizio. Si comincia a parlare di problemi di fertilità dopo un anno di tentativi costanti falliti.

La IVF risolve tutto

La fecondazione in vitro è un grande aiuto per le coppie che hanno problemi di fertilità. Ciononostante, non è la soluzione a tutti i problemi.

Fonte: huffingtonpost.co.uk

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calcola e digita il valore numerico *