Benefici massaggio prenatale

Benefici del massaggio prenatale

Il massaggio prenatale aiuta la futura mamma a ridurre lo stress e a combattere le smagliature. Bisogna però rivolgersi sempre a uno specialista

Conservazione cordone ombelicale - GuidaDi: Redazione

Il massaggio prenatale – o massaggio in gravidanza – è un tipo di manipolazione indicata per le donne in dolce attesa. Serve per ridurre lo stress e aiuta ad allentare la tensione muscolare. Data la delicatezza del periodo, deve essere eseguito da uno specialista. Se ben fatto, però, aiuta a ridurre alcuni dei disagi più comuni in gravidanza.

A cosa serve il massaggio in gravidanza

Un buon massaggio in gravidanza aiuta a combattere l’ansia che colpisce molte future mamme. Il tocco del massaggiatore genera infatti una sensazione di benessere diffuso, che allenta lo stress. In questo modo fa bene sia alla donne sia al bambino.

Il senso di rilassamento favorito dal massaggio è benefico a 360°. Allontanando lo stress proprio della gravidanza, aiuta a stare bene sia di giorno sia di notte. Da una parte combatte l’insorgere dell’insonnia; dall’altra dà sollievo a dolori del nervo sciatico, mal di testa, gonfiori di mani e piedi.

La manipolazione propria del massaggio prenatale è anche un toccasana per la pelle. Grazie alla stimolazione della circolazione sanguigna, rende la pelle più elastica e resistente. Insieme a una idratazione costante, riduce così l’insorgenza delle smagliature.

Caratteristiche del massaggio prenatale

Per molti versi il massaggio prenatale assomiglia a quello classico occidentale. Al contrario che in quest’ultimo, però, la donna deve essere supina o su un fianco. Questa posizione garantisce una maggiore comodità sia a lei sia al bambino. Permette inoltre di raggiungere le zone critiche della gravidanza, ovvero schiena e regione pelvica.

Nonostante i tanti vantaggi del massaggio in gravidanza, bisogna comunque prestare attenzione. È importante parlarne con il proprio ginecologo, in modo da individuare eventuali criticità. In alcuni casi è meglio evitare questi massaggi, in quanto potrebbero peggiorare patologie già in corso. Ad esempio, chi soffre di diabete, pressione alta e dolori addominali farebbe meglio a rimandare i massaggi a dopo il parto.

Fonte: dilei.it

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calcola e digita il valore numerico *