Fecondazione in vitro o inseminazione intrauterina

Come scegliere tra fecondazione in vitro e inseminazione intrauterina

In caso di infertilità moderata, spesso la coppia deve scegliere tra fecondazione in vitro o inseminazione intrauterina. Ecco le differenze

Conservazione cordone ombelicale - GuidaDi: Redazione

In caso di infertilità, la scienza moderna offre una vasta gamma di opzioni. Le più comuni sono fecondazione in vitro e inseminazione intrauterina, entrambe con i loro pro e i loro contro. Quali sono le differenze e come si sceglie tra le due?

Inseminazione intrauterina

L’inseminazione intrauterina è il trattamento più basilare e lo si effettua durante i giorni più fertili del mese. 30-60 minuti prima del trattamento, l’uomo produce un campione di sperma. Gli esperti lo analizzano, rimuovono il fluido seminale, gli spermatozoi morti e le cellule estranee. A questo punto il medico usa un catetere per inserire lo sperma direttamente nell’utero. A volte, il processo è accompagnato da un ciclo di ormoni per stimolare l’ovulazione.

Fecondazione in vitro

La fecondazione in vitro è un trattamento molto più complesso rispetto all’inseminazione intrauterina. Di solito vi si ricorre dopo uno o due anni di tentativi di concepire falliti. Al contrario di quanto vorrebbe il senso comune, è tutt’altro che infallibile.

La prima fase del trattamento prevede 10 giorni di iniezioni per stimolare l’ovulazione. I medici prelevano gli ovociti e li fecondando con gli spermatozoi. Gli embrioni così ottenuti rimangono in un’incubatrice per circa 3-5 giorni. Dopodiché vengono trasferiti in utero o congelati.

Ad ogni coppia il suo

È importante che la coppia comprenda le implicazioni di ciascun tipo di trattamento. In ultima analisi, però, il fattore fondamentale è il consiglio di un buon specialista. Infatti, il trattamento può cambiare anche di molto a seconda della situazione della coppia.

In generale, i casi di infertilità grave richiedono la fecondazione in vitro. Endometriosi, tube di Falloppio bloccate, conta spermatica molto bassa sono tutte condizioni che richiedono un approccio deciso. In altri casi, invece, l’inseminazione intrauterina è più che sufficiente, molto meno traumatica per la coppia e anche meno costosa.

Fonte: huffingtonpost.ca

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calcola e digita il valore numerico *