Rimedi per incontinenza post parto

Come affrontare l’ incontinenza post parto

I problemi di incontinenza post parto sono comuni quanto fastidiosi. Niente paura, però: esistono esercizi specifici per farli passare

Conservazione cordone ombelicale - GuidaDi: Redazione

Molte neo mamme affrontano un inconveniente comune quanto imbarazzante: l’ incontinenza post parto. Basta un colpo di tosse o una risata per provocare perdite di urina anche consistenti. Il problema interessa soprattutto chi ha partorito per via naturale e di solito si risolve da solo. Se non dovesse farlo, niente paura: ci sono dei rimedi.

Pavimento pelvico indebolito e incontinenza

Le cause dell’incontinenza sono legate all’indebolimento dei muscoli del pavimento pelvico. Questi muscoli avvolgono utero, vescica, vagina, ano, perineo e – tra le altre cose – aiutano a trattenere la pipì. Quando si partorisce per via naturale, è normale che si indeboliscano e non riescano più a contrarsi come prima. Ciò facilita le perdine di urina, ma non solo.

L’indebolimento del pavimento pelvico ha una vasta gamma di effetti collaterali, che vanno oltre l’incontinenza. Rende infatti difficile riprendere ad avere rapporti sessuali. Nei casi più gravi, i muscoli non riescono più a sostenere l’utero e lo lasciano cadere. Il fenomeno si chiama prolasso e spesso richiede un approccio chirurgico.

Perché il parto indebolisce il pavimento pelvico

Ci sono alcuni fattori che contribuiscono all’indebolimento del pavimento pelvico e all’ incontinenza post parto.

  • Parto lungo. Il bambino è rimasto nel canale del parto a lungo, stirando la muscolatura del bacino. Ciò provoca un’ulteriore perdita della tonicità.
  • Bimbo grosso. Il passaggio mette sotto sforzo i muscoli del perineo, contribuendo all’indebolimento del pavimento pelvico. Il problema si può verificare anche in caso di parto gemellare.
  • Gravidanze multiple. Se il corpo sopporta bene la prima gravidanza, gli effetti negativi iniziano ad accumularsi già a partire dalla seconda. Partorire più volte di fila indebolisce i muscoli del bacino, senza lasciare loro il tempo di riprendersi. Ciò provoca un progressivo peggioramento della situazione.

Rimedi per l’ incontinenza post parto

Il primo rimedio contro l’ incontinenza post parto è la ginnastica. Restituire tono ai muscoli che sostengono gli organi pelvici può essere di grande aiuta. Ancora meglio se si eseguono esercizi specifici per il pavimento pelvico.

Bisognerebbe eseguire gli esercizi per tonificare il pavimento pelvico fin dall’inizio della gravidanza. Aiutano infatti non solo contro l’incontinenza, ma anche durante il parto. Sono esercizi facili e discreti, da eseguire più volte durante la giornata.

Ecco come fare:

  1. Svuotare la vescica.
  2. Respirare con il diaframma lentamente.
  3. Stringere i muscoli che si usano per trattenere la pipì e lasciarli andare. Ripetere più volte al giorno.
  4. Mettersi nella posizione che si usa per gli squat, mani sui fianchi e dondolare il bacino. Quando si ispira, spostare il bacino indietro; quando si espira, spingerlo in avanti e contrarre il pavimento pelvico.

Fonte: bimbisaniebelli.it

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calcola e digita il valore numerico *