In cosa consiste la conservazione delle cellule staminali cordonali?

Cerchiamo di spiegare in modo semplice in che cosa consiste l’operazione della conservazione delle cellule staminali cordonali e perché può essere utile per la salute futura del nostro bambino e dei membri della sua famiglia.

Conservazione cordone ombelicale - GuidaDi: Redazione

La conservazione del cordone ombelicale consiste nella raccolta (e appunto nella conservazione) da parte di personale specializzato delle cellule staminali del cordone ombelicale, effettuata durante il parto affinché possano essere utilizzate in futuro per il trattamento di alcune malattie. Nel corso degli ultimi anni, la conservazione delle cellule staminali cordonali è diventata sempre più diffusa, ma ne vale la pena?

Sicuramente la risposta è sì, in particolare se si ipotizzano già alcuni possibili usi per un familiare malato, che può trarre beneficio dalle cellule staminali che si trovano nel sangue del cordone.

Perché il sangue del cordone ombelicale è così importante? Perché contiene cellule staminali ematopoietiche, che possono essere utilizzate per il trattamento di una varietà di malattie e disturbi su adulti e bambini. Le cellule staminali emopoietiche (CSE) sono in ultima analisi responsabili per il costante rinnovamento del sangue. A oggi, più di 7.000 pazienti, tra adulti e bambini, si sono sottoposti al trapianto di cellule staminali del cordone ombelicale (dal 1988) per una serie di differenti patologie.

Il processo di raccolta è semplice e prevede il prelievo di sangue dal cordone ombelicale mediante un kit di raccolta speciale. Il procedimento di raccolta viene completato in circa 10 minuti.

Fonte: “Medical News”

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calcola e digita il valore numerico *