Grazie alle cellule staminali del cordone, salva la vita di una neonata con una malattia cardiaca congenita

Una bambina di soli otto mesi, con una malattia cardiaca congenita, si è sottoposta a un trattamento a base di cellule staminali del cordone ombelicale. Grazie alla terapia la sua vita è stata salvata.Conservazione cordone ombelicale - GuidaDi: Redazione

La piccola Miles soffre di una grave malattia cardiaca congenita. Per curarsi ha dovuto sottoporsi a ben tre operazione nei suoi primi giorni di vita. Non sarebbe sopravvissuta se non avesse ricevuto una terapia innovativa, basata su cellule staminali del cordone ombelicale.

La sua malattia era nota ai medici fin da quando Miles si trovava ancora nella pancia della sua mamma. Le era stata diagnosticata la sindrome del cuore sinistro ipoplasico. Si tratta di una patologia rara che causa circa un quarto dei decessi per cardiopatia registrati nei primi anni di vita. Se non si interviene subito sulla malattia, questa provoca quasi certamente la morte. Anche la sorella di Miles soffre della medesima patologia.

Per trattare la sindrome del cuore sinistro ipoplasico è stato elaborato un nuovo  trattamento, basato sul trapianto di cellule staminali del cordone ombelicale direttamente nel muscolo cardiaco del neonato. Si tratta di una terapia ancora sperimentale e solo pochi neonati si sono sottoposti al trapianto di cellule staminali del cordone.

Il trapianto di cellule staminali del cordone è stato effettuato con successo sia su Miles sia sulla sorella maggiore, migliorando le condizioni di vita di entrambe. Inoltre, ha aumentato la loro speranza di vita. Le cellule staminali del cordone ombelicale dovrebbero ridurre il rischio di un trapianto di cuore nei prossimi anni.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calcola e digita il valore numerico *