Antigene: una molecola estranea all’organismo che lo induce a produrre anticorpi. Le staminali cordonali mostrano una bassa espressione di antigeni e sono quindi meno inclini a scatenare reazioni immunitarie in caso di trapianto allogenico

Autorinnovamento:  la facoltà delle cellule staminali di generare altre cellule indifferenziate attraverso la divisione cellulare.

Banca delle cellule staminali: la struttura all’interno della quale vengono stoccate e conservate le cellule staminali. Può essere pubblica o privata.

Banca delle cordone ombelicale: sinonimo di banca delle cellule staminali. La definizione è impropria (a essere conservate sono le cellule staminali e non il cordone ombelicale) ma molto diffusa nel linguaggio comune.

Blastociste: si forma durante le fasi iniziale dello sviluppo dell’embrione: è una struttura pluricellulare che si forma dallo zigote.

Cellule staminali adulte (o somatiche): sono cellule primitive e non specializzate. Virtualmente, sono presenti in ogni tessuto od organo.

Cellule staminali ematopoietiche
: il termine indica le cellule staminali che sono in grado di produrre cellule del sangue e del sistema immunitario (globuli bianchi o globuli rossi).

Cellule staminali embrionali
: questo tipo di cellule staminali è totipotente e si trova nell’embrione. Il prelievo delle cellule staminali embrionali causa la distruzione dell’embrione.

Cellule staminali mesenchimali: con questo termine si indica il tipo di cellule staminali con capacità di originare cellule del tessuto cartilagineo, osseo e adiposo.

Cellule staminali multipotenti: le staminali multipotenti sono in grado in grado di differenziarsi in diversi tipi di cellule limitatamente ad una specifica funzione. Fanno parte di questo insieme le staminali ematopoietiche.

Cellule staminali pluripotenti: sono cellule che si caratterizzano per la capacità di dare origina a qualsiasi tessuto dell’organismo unano, ad accezione degli annessi extraembrionali.

Cellule staminali totipotenti: sono staminali in grado di differenziarsi in ogni tipo di cellule che compone un individuo, ivi comprese le cellule degli annessi extraembrionali.

Cellule staminali: sono cellule primitive del nostro organismo, sono indifferenziate, possono autorinnovarsi per molti cicli replicativi ma anche differenziarsi in altri tipi di cellule.

Conservazione cellule staminali: indica il mantenimento in biocontainer a bassissime temperature delle cellule staminali per molti anni.

Conservazione cordone ombelicale: il termine indica nel linguaggio di uso comune la conservazione delle cellule staminali cordonali, prelevate dal cordone ombelicale alla nascita.

Cordone ombelicale: è l’organo che consente lo scambio di nutrimenti tra la mamma e il bambino durante la gravidanza.

Crioconservare
: il termine è usato per indicare il processo che porta le cellule staminali ad essere conservate in appositi biocontainer a una temperatura di -196°C . In questo condizioni le cellule staminali possono essere conservate per lunghi periodi senza che siano alterate le loro potenzialità. Test scientifici dimostrano che la conservazione cordone ombelicale può avvenire per un periodo di 24 anni senza che si registrino sensibili perdite di funzionalità e vitalità nelle cellule.

Differenziamento: il processo attraverso il quale un cellula staminale si specializza e origina quindi una cellula con una funzione specifica all’interno dell’organismo.

Donatore: Il soggetto dal quale vengono prelevate le cellule staminali destinate al trapianto.

Embrione: l’embrione origina dallo zigote dopo numerose divisioni cellulari ed è un organismo pluricellulare che non possiede ancora tutti gli organi dell’adulto. L’embrione si definisce tale fino alla ottava settimana di gravidanza mentre in seguito si definisce feto.

Endoderma, mesoderma, ectoderma: i tre foglietti embrionali dalle cui cellule, attraverso il processo di differenziazione, avrà origine un individuo completo.

GMP (Good Manufacturing Practices): Una certificazione di qualità che richiede il rispetto di norme e linee guida in merito alla realizzazione di farmaci. I prodotti e le procedure devono soddisfare criteri di qualità e sicurezza. Secondo la Normativa 1394/2007/EC i prodotti per la terapia avanzata, come le terapie geniche e terapie cellulari, rientrano nell’insieme dei prodotti farmaceutici e sono quindi soggetti al rispetto delle norme GMP.

Midollo osseo: il termine indica quel tessuto molle nell’interno cavo delle ossa: è qui che avviene la emopoiesi, è qui cioè che vengono generate tutte le cellule del sangue.

Sangue cordonale: il sangue presente all’interno del cordone ombelicale. Contiene cellule staminali che possono essere conservate ( vedi conservazione cordone ombelicale)

Tessuto: un insieme di cellule con funzione e struttura simile. Un insieme di tessuti organizzato per svolgere una specifica funzione si definisce organo.

Trapianto allogenico: trapianto in cui il paziente ricevente è un soggetto altri rispetto al donatore.

Trapianto autologo: trapianto in cui donatore e ricevente coincidono.

Trapianto
: il termine indica l’ innesto di un organo, tessuto o cellula di un individuo (donatore) in un altro (ricevente).

Trial clinico
: la fase di studio e di sperimentazione sui pazienti di una terapia.

Zigote: la cellula che si ottiene a seguito della fecondazione (fusione fra gamete machile e gamete femminile).