Ovocita per fecondazione assistita

Fecondazione assistita: è pronto l’ovocita cresciuto in vitro

Primi risultati per uno studio sperimentale di una nuova tecnica di fecondazione assistita, dedicata soprattutto alle donne sottoposte a chemioterapia

Conservazione cordone ombelicale - GuidaDi: Redazione

La dottoressa Evelyn Telfer ha ottenuto un ovocita cresciuto in vitro, potenzialmente pronto per la fecondazione assistita. Il risultato è solo un inizio, ma è comunque straordinario. Insieme al suo team, la dottoressa ha isolato degli ovociti dal tessuto ovarico fresco. Li hanno quindi fatti crescere in vitro, fino a far raggiungere loro il giusto grado di maturazione per essere fecondato. La tecnica potrebbe restituire la fertilità a tante donne sottoposte a chemioterapia.

La tecnica attuale

La chemioterapia può ridurre o annullare le possibilità di una donna di rimanere incinta. Per questo motivo, alcune giovani donne congelano alcuni ovociti prima dei trattamenti. In alternativa, i medici prelevano del tessuto ovarico e lo congelano. Dopo le terapie, scongelano il tessuto e lo impiantano di nuovo. Quest’ultima tecnica ha lo svantaggio di essere invasiva, poiché richiede ben due interventi chirurgici.

Ovociti maturi in laboratorio

Il team della dottoressa ha ottenuto per la prima volta ovociti umani maturi in laboratorio. Il risultato è eccezionale: prima di oggi la tecnica era stata applicata solo su modelli animali.

Per quanto il risultato sia notevole, c’è però qualche perplessità. La prima è l’utilizzo di tessuto ovarico fresco: la tecnica funzionerà anche sul tessuto congelato? In secondo luogo, molti degli ovociti ottenuti erano ricchi di anomalie e di fatto inutilizzabili. Alcuni di questi avevano un globulo polare molto grande, una caratteristica negativa per la fecondazione assistita. Si parla quindi di uno studio per ora solo sperimentale.

Fonte: repubblica.it

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calcola e digita il valore numerico *