Dipendenza da test di gravidanza

Dilaga la dipendenza da test di gravidanza

Circa il 62% delle aspiranti mamme britanniche fa più test di gravidanza del necessario. In alcuni casi, il fenomeno diventa una vera e propria dipendenza

Conservazione cordone ombelicale - GuidaDi: Redazione

La ricerca di un bambino può essere un affare molto stressante, specie quando il bambino tarda ad arrivare. Una delle manifestazioni questo accumulo di stress è la dipendenza da test di gravidanza. Una ricerca promossa da ChannelMum rivela che molte donne arrivano a fare fino a 6 test di gravidanza diversi di fila.

Un test di gravidanza non basta

I test di gravidanza da fare a casa possono sbagliare. In caso di test positivo, è normale farne un altro per accertarsi della bontà del risultato. Alcuni brand inseriscono addirittura due test nel kit, di cui uno di controllo. Una volta che entrambi i test sono stati fatti nella maniera giusta e risultano positivi – o negativi – il responso è ormai chiaro.

La ricerca di ChannelMum ha rivelato che alcune donne usano test di gravidanza di brand diversi di fila. Un’esagerazione che assume i contorni di una vera e propria dipendenza, la cui diffusione è in ascesa. Si calcola che nel Regno Unito circa il 62% delle aspiranti mamme continui a fare test anche dopo un risultato positivo. Addirittura, 1 su 12 ha ammesso di aver continuato a fare test anche nelle 12 settimane successive.

Le ragioni dietro il fenomeno

Che bisogno c’è di continuare a fare test così tanto tempo dopo? Le ragioni sono diverse e cambiano da persona a persona. La più comune è la paura che il primo test di gravidanza – e il secondo e il terzo – si sia sbagliato. Una fobia magari alimentata da anni di ricerche infruttuose.

Alcune donne continuano a fare test per accertarsi che vada tutto bene. Sono donne che hanno subito aborti spontanei in passato e che voglio essere certe di essere ancora incinte. Questo le spinge a spendere piccole fortune in test di gravidanza e trasforma un evento gioioso in un incubo.

Fonte: independent.co.uk

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calcola e digita il valore numerico *