Cortisolo e fecondazione in vitro

Troppo cortisolo riduce l’efficacia della fecondazione in vitro

Nelle donne che fanno ricorso alla fecondazione in vitro, l’ormone dello stress cortisolo potrebbe intaccare le possibilità di concepire

Conservazione cordone ombelicale - GuidaDi: Redazione

I ricercatori dell’Università di Nottingham e del CARE Fertility stanno studiando gli effetti del cortisolo sulla fertilità. Si stanno concentrando sulle donne che stavano seguendo dei cicli di fecondazione in vitro. L’obiettivo è provare il legame tra livelli dell’ormone e possibilità di successo della IVF.

Il difficile rapporto tra stress e fertilità

Nel linguaggio comune si definisce il cortisolo “l’ormone dello stress”. Si tratta di un ormone steroideo e, in alcuni casi, il suo aumento è legato a forti stati di stress. Al di là del suo legame con gli stati ansiosi, però, è importante per il controllo della glicemia e regola anche le funzioni riproduttive.

I ricercatori vogliono verificare se ci sia un legame effettivo tra stress e fertilità. Intendono inoltre verificare se sia possibile modificare i livelli di cortisolo cambiando stile di vita. Infatti lo stress non è l’unico elemento che influenza l’ormone; contribuiscono anche attività fisica e dieta.

Lo studio

Uno studio precedente su 88 donne aveva suggerito che alti livelli di cortisolo per un periodo prolungato potrebbero intaccare le possibilità di concepire con la IVF. I ricercatori hanno quindi fatto partire un nuovo studio per confermare o smentire i risultati del primo.

Gli autori dello studio attuale hanno coinvolto 200 donne che si stanno sottoponendo a cicli di fecondazione in vitro. I ricercatori hanno raccolto informazioni sullo stile di vita delle pazienti prima dei trattamento di IVF. Hanno inoltre misurato i loro livelli di cortisolo e ne hanno preso nota. Ripeteranno l’operazione nei 3 mesi che precedono la fecondazione in vitro.

Fonte: medicalxpress.com

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calcola e digita il valore numerico *