Taglio cordone ombelicale

Il taglio del cordone ombelicale andrebbe ritardato?

Gli scienziati stanno discutendo se ritardare il taglio del cordone ombelicale sia di aiuto per i bambini nati pretermine. La risposta è complessa

Conservazione cordone ombelicale - GuidaDi: Redazione

Nelle ultime settimane si sta discutendo se sia meglio ritardare il taglio del cordone ombelicale, quanto meno nei bambini prematuri. Secondo alcuni scienziati, aspettare 60 secondi prima di tagliare aumenterebbe le chance di sopravvivenza dei bambini. Uno studio del dottor William Tarnow-Mordi dell’Università di Sydney mette in dubbio la cosa.

Lo studio

I ricercatori hanno raccolto un gruppo di donne che avrebbero dovuto partorire prima della 36° settimana. A 782 feti hanno tagliato il cordone ombelicale subito. Per gli altri 784 hanno aspettato 60 secondi, come indicato in altri studi.

I medici non hanno rilevato nessuna differenza significativa nello stato di salute dei bambini. Il tasso di morbilità nel primo gruppo è stato del 37%, nel secondo gruppo del 37,2%. Hanno però registrato un tasso di mortalità minore nei primi. La mortalità tra i neonati il cui cordone ombelicale è stato tagliato dopo è stata del 6.4%. Tra quelli il cui cordone è stato tagliato subito, invece, è stato del 9%.

In caso di gestazione regolare, la cosa migliore sarebbe conservare il cordone ombelicale. In questo modo si regala al bambino una fonte di cellule staminali inestimabile, da usare in caso di bisogno. Se il parto avviene prima della 36° settimana di gestazione, però, potrebbe valere la pena aspettare un minuto prima di procedere.

Fonte: medicalxpress.com

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calcola e digita il valore numerico *