Perché scegliere la conservazione del cordone ombelicale

Perché scegliere la conservazione del cordone ombelicale


Conservazione cordone ombelicale significa conservare un patrimonio biologico che già oggi è impiegato nel trattamento di ottanta patologie. È il Ministero della salute che nel Decreto Ministeriale 18 Novembre 2009  ha stilato l’elenco delle patologie “per le quali è consolidato l’uso per il trapianto di cellule staminali ematopoietiche, con comprovata documentazione di efficacia, per le quali è opportuna la raccolta dedicata di sangue cordonale”.

Queste le malattie incluse nel documento:

Leucemie e linfomi
Leucemia linfoblastica acuta, leucemia mieloide acuta, leucemia acuta bifenotipica, leucemia acuta indifferenziata, leucemia/linfoma a cellule T dell’adulto, linfoma di Hodgkin, linfomi non-Hodgkin, leucemia linfatica cronica, leucemia prolinfocitica.
Disordini mielodisplastici/mieloproliferativi
Sindromi mielodisplastiche, includenti: anemia refrattaria (AR), anemia refrattaria con sideroblasti ad anello (ARSA), anemia refrattaria con eccesso di blasti (AREB), anemia refrattaria con eccesso di blasti in trasformazione (AREB-t), leucemia mielomonocitica cronica, leucemia mielomonocitica giovanile, citopenia refrattaria, leucemia mieloide cronica Philadelphia positiva, mielofibrosi idiopatica, policitemia vera, trombocitemia essenziale
Disordini della plasmacellula
Mieloma multiplo, leucemia plasmacellulare, macroglobulinemia di Waldenstrom, amiloidosi
Insufficienze midollari mono/plurilineari
Anemia aplastica acquisita, anemia di Fanconi, discheratosi congenita, emoglobinuria parossistica notturna, anemia di Blackfan-Diamond, anemia diseritropoietica congenita, aplasia pura della serie eritroide acquisita, porpora amegacariocitica congenita (da mutazione del gene del recettore per la trombopoietina), disordini congeniti delle pistrine (malattia di Bernard-Soullier, tromboastenia di Glanzmann), agranulocitosi congenita (sindrome di Kostmann), sindrome di Shwachman-Diamond
Emoglobinopatie
Beta Thalassemia, anemia a cellule falciformi, selezionati casi di deficit di piruvato-kinasi con dipendenza trasfusionale
Istiocitosi
Linfoistiocitosi emofagocitica familiare, sindrome di Griscelli, sindrome di Chediak-Higashi, istiocitosi a cellule di Langerhans (Istiocitosi X)
Disordini congeniti del sistema immunitario
Malattia granulomatosa cronica, deficit delle proteine di adesione leucocitaria. Immunodeficienze combinate gravi (SCID), includenti: deficit di adenosin-deaminasi, difetto delle molecole HLA di classe I e II, difetto di Zap70, sindrome di Omenn, deficit di purin-nucleoside-fosforilasi, disgenesia reticolare, difetto della catena gamma comune a multiple citochine, difetto di JAK3.
Sindrome da iper-IgM, sindrome di Wiskott-Aldrich, sindrome linfoproliferativa X-linked (Sindrome dei Duncan o Sindrome di Purtillo), ipoplasia cartilagine-capillizio, sindrome di DiGeorge, sindrome IPEX (immunodeficienza con poliendocrinopatia, enteropatia, X-linked)
Errori congeniti del metabolismo
Sindrome di Hurler (MPS-IH), sindrome di Scheie (MPS-IS), sindrome di Maroteaux-Lamy (MPS-VI),
sindrome di Sly (MPS-VII), adrenoleucodistrofia, fucosidosi, malattia di Gaucher, malattia di Krabbe, Mannosidosi, leucodistrofia metacromatica, mucolipidosi II (I-cell disease), lipofuscinosi ceroido neuronale (malattia di Batten), malattia di Sandhoff, osteopetrosi.
Osteogenesis imperfecta
Altri disordini ereditari
Porfiria eritropoietica congenita (malattia di Gunther)
Altre neoplasie
Sarcoma di Ewing, neuroblastoma, carcinoma a cellule chiare del rene, rabdomiosarcoma
Altre indicazioni
Sindrome di Evans, sindrome linfoproliferative autoimmune (da difetto di FAS, FAS-L, Caspasi), sclerosi sistemica progressiva, neoplasie in età pediatrica trattate con chemio/radioterapia (per aumentato rischio di sviluppo di s. mielodisplastiche e leucemie acute secondarie).

Conservazione cordone ombelicale - GuidaNel caso si rendesse necessario un trapianto di cellule staminali per una di queste malattie la ricerca di un donatore compatibile è spesso complicata. Le probabilità di reperire un donatore compatibile sono state calcolate in 1 su 50.000/ 100.000, una percentuale di successo pari allo 0,002-0,001%1.

Il trapianto di staminali cordonali richiede tuttavia delle condizioni di compatibilità meno restrittive perché queste cellule sono meno mature dal punto di vista immunologico rispetto ad altri tipi di staminali, come ad esempio quelle midollari2.

In caso di conservazione del cordone ombelicale tramite una biobanca privata il donatore mantiene a sua disposizione il campione di cellule staminali raccolte alla sua nascita. Queste cellule avranno una probabilità di compatibilità fino al 50% con i suoi genitori e  fino al 25% con i suoi fratelli.

 

Riferimenti bibliografici

1 Sun, A.N., et al., [Clinical study on haploid HLA-matched hematopoietic stem cell transplantation for treatment of malignant hematological disease]. Ai Zheng, 2006. 25(8): p. 1019-22.
2 Francese, R. and P. Fiorina, Immunological and regenerative properties of cord blood stem cells. Clin Immunol, 2010. 136(3): p. 309-22.