Conservazione cordone ombelicale

Che cosa si intende quando si parla di “Conservazione cordone ombelicale”.
Nozioni basilari su conservazione cordone ombelicale e cellule staminali cordonali


Conservazione cordone ombelicale: definizione

“Conservazione cordone ombelicale” è l’espressione generalmente utilizzata per indicare quella che più propriamente bisognerebbe definire “conservazione delle cellule staminali cordonali”. Ad essere conservato, infatti, non è il cordone ombelicale in sé, bensì le cellule staminali di cui è ricco il sangue contenuto nel cordone ombelicale. Dopo il parto e dopo il taglio del cordone il sangue che rimane nel cordone ombelicale può infatti essere raccolto e, dopo avere effettuato le opportune analisi sul campione, conservato.

Conservazione cordone ombelicale - GuidaÈ bene sapere che è possibile optare per la donazione di queste cellule, perdendone così la proprietà, oppure per la conservazione privata, che consente di affidare le cellule staminali prelevate al momento della nascita ad una struttura privata che provvederà a conservarle per gli anni a venire e che le renderà immediatamente disponibili alla famiglia in caso di necessità.

Abbiamo detto che scegliendo la conservazione del cordone ombelicale presso una biobanca privata le cellule staminali cordonali saranno mantenute a disposizione della famiglia, che le potrà utilizzare in caso di necessità. Ma in quali casi può essere utile utilizzare le cellule staminali del cordone ombelicale? le cellule staminali del cordone ombelicale si sono già dimostrate utili nel trattamento di oltre ottanta patologie, tra cui linfomi, leucemie, anemie e disordini genetici. Le cellule staminali prelevate dal cordone ombelicale del bambino, inoltre, sono compatibili con il neonato al 100% ma hanno alte percentuali di compatibilità anche con altri membri della famiglia (fino al 50% con il padre e la madre e fino al 25% con fratelli e sorelle) e dunque vengono spesso utilizzate non solo per il trapianto autologo di cellule staminali del cordone ombelicale (in cui il paziente riceve le cellule staminali da lui stesso prelevate) ma anche per trapianti allogenici intra-familiari (in cui le cellule staminali vengono utilizzate per il trattamento di un altro membro della famiglia che risulti compatibile).

Scopri anche:

Come avviene la conservazione del cordone ombelicale: cosa accade in sala parto
Perché conservare il cordone ombelicale: malattie trattabili con le cellule staminali del cordone ombelicale
Più informazioni sulla conservazione privata del cordone ombelicale: cosa dice la legge
Più informazioni sulla donazione pubblica: cosa significa donare il cordone ombelicale