Conservazione cordone ombelicale: la risposta ad alcuni dubbi

Non tutte le future coppie di genitori conoscono le reali potenzialità della conservazione del cordone ombelicale del proprio bambino. Cerchiamo di dare risposta ad alcuni degli interrogativi più comuni.

Conservazione cordone ombelicale - GuidaDi: Redazione

Il sangue del cordone ombelicale di un neonato contiene cellule staminali pluripotenti, potenzialmente in grado di salvare vite umane, per questo è importante che i futuri genitori considerino la possibilità di conservarlo. Molti però non ricevono una corretta informazione su questo tema; per questo cerchiamo di fare chiarezza, rispondendo ad alcuni dubbi comuni.

Che cos’è il sangue cordonale?

Il sangue cordonale (o sangue del cordone ombelicale) è il sangue prelevato dal cordone ombelicale del neonato subito dopo il parto. Esso contiene cellule staminali pluripotenti, che possono essere utilizzate per il trattamento di circa 70 diverse malattie, tra cui alcune tipologie di cancro, malattie del sangue e malattie ereditarie del sistema immunitario (linfoma, leucemia, talassemia, anemia falciforme, neuroblastoma e retinoblastoma eccetera).

Come avviene la raccolta del sangue del cordone ombelicale?

Il sangue del cordone ombelicale mediante un processo semplice e assolutamente indolore per il piccolo. Il sangue contenente le staminali viene raccolto attraverso una piccola puntura del cordone ombelicale dopo che il taglio è già avvenuto. Il processo dura circa 10 minuti.

Dove può essere conservato il sangue del cordone ombelicale?

Secondo le normative vigenti in Italia, una coppia che ha appena avuto un bambino e sceglie di effettuare il prelievo delle cellule staminali cordonali, si trova davanti a due possibilità di scelta: la prima è quella di una donazione alla collettività presso una struttura pubblica; la seconda è quella di conservare presso una struttura privata le cellule staminali da utilizzare per scopi personali, nel caso di necessità future del bambino o dei suoi familiari.

Fonte: Yahoo

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calcola e digita il valore numerico *