In Svezia viene ricostruito un vaso sanguigno su una paziente di dieci anni attraverso l'impiego di cellule staminali

Cellule staminali per ricostruire vasi sanguigni: accade in Svezia

In Svezia viene ricostruito un vaso sanguigno su una paziente di dieci anni attraverso l'impiego di cellule staminali

Una bambina di 10 anni ha potuto risolvere un problema di cattivo flusso sanguigno tra fegato e intestino grazie all’impiego delle sue cellule staminali. La notizia è stata riportata dalla rivista scientifica Lancet mentre l’intervento è avvenuto allo Shalgrenska University Hospital in Svezia.

I medici hanno prelevato una vena da un donatore per poi immergerla nelle cellule staminali della bambina, un procedimento chiamato decellularizzazione: le cellule del nonatore in questo modo vengono “lavate via” dalle staminali del ricevente, minimizzando il rischio di rigetto e ottenedo un tessuto da trapiantare identico a quello dell’organismo del ricevente.

Fonte immagine: Jon McGovern – Flickr.com

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calcola e digita il valore numerico *