Cellule staminali per recuperare la memoria

Ricercatori americani hanno ottenuto buoni risultati di recupero della memoria in roditori affetti da Alzheimer. Per la prima volta viene quindi dimostrato che l’impiego di cellule staminali può aiutare il recupero della memoria.

I ricercatori sperano che questi buoni risultati possano presto portare a una sperimentazione clinica su pazienti affetti da Alzheimer. Lo studio ha concentrato gli sforzi del team medico sull’ippocampo, la regione del cervello responsabile delle funzioni di apprendimento e della memoria. Le cellule staminali sono state infuse in entrambi gli emisferi del cervello in topi da laboratorio. Un mese dopo gli stessi soggetti sono stati sottoposti a test mnemonici e i risultati sono stati comparati con i risultati di test precedenti e con un campione di controllo.

I topi sottoposti al trattamento con cellule staminali hanno risposto al test con risultati uguali a quelli di topi non affetti da alcuna patologia cerebrale. Il numero di sinapsi nei topi sottoposti al trattamento è aumentato del 75%. Le cellule impiegate per il trattamento sono cellule staminali neuronali embrionali, questo tipo di cellule hanno dato buoni risultati in precedenti trial clinici anche nel trattamento di problemi della vista e di lesioni al midollo spinale.

Lo studio è stato presentato alla Alzheimer’s Association International Conference, che si è tenuta dal 14 al 19 luglio.

Fonte immagine: CharlesFred – Charles Roffey – Flickr.com

1 commento

Trackbacks & Pingbacks

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calcola e digita il valore numerico *