Cellule staminali e ricerca scientifica: progressi nel trattamento della distrofia muscolare

Recenti progressi della ricerca scientifica potrebbero portare miglioramenti nel trattamento della distrofia muscolare, è quanto riporta anche CORDIS, il servizio di informazione in materia di ricerca e sviluppo della Comunità Europea, segnalando una ricerca condotta dall’Università Pierre e Marie Curie e dall’Istituto nazionale della sanità e della ricerca medica francese.

Sai cosa sono le cellule staminali? Sai come puoi raccogliere e conservare quelle contenute nel cordone ombelicale? Scoprilo cliccando qui! Potrai così scaricare la guida gratuita a conservazione cordone ombelicale e cellule staminali. La procedura è semplice e sicura, e il parto è l’unica opportunità per farlo.
Link sponsorizzato

 

La distrofia muscolare è una patologia neurologica che conduce in maniera progressiva all’indebolimento dei muscoli attaccando le cellule del tessuto muscolare. Questa malattia ha effetti anche sul cuore, poiché il muscolo cardiaco si indebolisce, non riuscendo più a pompare il sangue efficacemente.

L’equipe di ricercatori ha individuato nelle cellule staminali cardiache endogene uno strumento per la stimolazione e la rigenerazione del tessuto cardiaco danneggiato. I medici sperano che questo nuovo approccio possa portare a mettere a punto tecniche più efficaci di medicina muscolare rigenerativa e nuove cure per le malattie degenerative che, oltre alla distrofia muscolare, possano essere applicate anche a danni vascolari da diabete, arteriosclerosi e malattie occlusive delle arterie.

Lo studio è stato pubblicato da diverse riviste scientifiche, tra cui Nature, Cell Metabolism e Cell. Il progetto inoltre è stato finanziato dall’UE. La notizia è stata riportata anche sui sito del CORDIS, a questo link.

Foto: Flickr.com

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calcola e digita il valore numerico *