Caffè in gravidanza

Caffè in gravidanza: uno studio rivela che si può, a patto di non esagerare

Caffè in gravidanza? Secondo lo studio dell’Università danese di Aarhus pubblicato sull’autorevole British Medical Journal, bere caffè in gravidanza non è pericoloso. A patto, però, di non esagerare con le dosi.

Conservazione cordone ombelicale - GuidaDi: Redazione

Il caffè, croce e delizia degli italiani: una tazzina di caffè al mattino è in grado di risvegliare l’intero organismo, ma abusarne non è mai una buona idea, soprattutto se si è incinte. Da qui, il luogo comune secondo cui il caffè in gravidanza sia vietato: niente di più sbagliato, secondo gli studiosi dell’Università danese di Aarhus che sostengono che il caffè non sia pericoloso per le donne in stato interessante, a patto, però, che non si esageri eccessivamente con le dosi.

Infatti, la ricerca, che è stata eseguita su un campione di 1207 donne in gravidanza, ha rivelato che la metà del campione che ha regolarmente consumato il caffè durante il periodo di gestazione, non ha riscontrato alcun particolare disturbo rispetto alla metà del campione che ha consumato la stessa dose di caffè ma decaffeinato. Anzi, nei pochi casi in cui si siano verificati problemi di bambini nati sottopeso, la percentuale dei casi è stata leggermente superiore nelle donne che avevano consumato il caffè decaffeinato.

Questo studio ha quindi fatto emergere un dato importante e probabilmente atteso dalle donne che non riescono a fare a meno del caffè: a patto di non esagerare con le dosi, bere quantità moderate di caffè non nuoce al feto. Nessun problema, quindi, purché non si esageri con le quantità.

Da non dimenticare, poi, che il caffè è comunque una bevanda eccitante, di cui è sconsigliata l’assunzione alle persone ipertese o con problemi di pressione elevata: in ogni caso, gli esperti confermano che, se non si superano 300mg di caffeina al giorno (pari a tre tazzine di caffè) non dovrebbero esserci problemi per la salute del feto. Il coordinatore della ricerca, Bodil Hammer Bech, ha poi commentato: “Le conseguenze sul peso dei neonati si verificano non tanto per colpa della caffeina, quanto perché chi beve tante tazzine in genere ha qualche cattiva abitudine in più, cioè fuma e/o consuma alcolici”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calcola e digita il valore numerico *