Babywearing in inverno

Come affrontare il babywearing in inverno

Il babywearing in inverno è un modo pratico e tenero per portare un neonato in giro. Come affrontarlo al meglio per tenere il bimbo al caldo?

Conservazione cordone ombelicale - GuidaDi: Redazione

Il freddo è arrivato e uscire di casa con i bambini diventa sempre di più un’impresa. Tra passeggini e ombrelli muoversi nel traffico diventa davvero un problema. Il babywearing in inverno può essere una soluzione pratica, ma come passare dalle parole ai fatti?

Cos’è il babywearing?

Il babywearing è la pratica in cui si “indossa” il bambino con una fascia o un supporto. Un tempo lo si chiamava “marsupio”. Il babywearing consente un contatto più intimo tra mamma e bambino, che si sentirà più protetto e al sicuro.

In inverno, il babywearing è particolarmente utile per il bambino. I neonati non sono in grado di regolare la propria temperatura corporea. Mettendoli a contatto con il proprio corpo, li si aiuta a stabilizzare anche la propria temperatura e a stare al caldo. Anche per questo motivo, è importante che tra genitore e bambino ci siano meno strati di tessuto possibile.

Prima il bambino, poi la giacca

Se vuoi provare il babywearing in inverno, ricorda un principio: prima il bambino e poi la giacca. Serve quindi un giubbotto abbastanza grande da ospitare entrambi. Questo consente un maggiore contatto con il bambino ed è anche più pratico. Quando si passa in un ambiente chiuso, infatti, basta aprire la giacca e non bisogno togliere il bambino dal supporto per spogliarlo.

In commercio ci sono giacche apposite per il babywearing. In alternativa, va bene anche una giacca prestata e di qualche taglia più grande.

Completo di cappellino

Testa, gambe e piedi sono le uniche parti che rimangono scoperte e che quindi vanno coperte ben bene. È bene che il bambino indossi un paio di leggins, calze pesanti e un bel cappellino. Meglio evitare le tutine intere, che potrebbero creare tensione una volta effettuata la legatura.

Fonte: greenme.it

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calcola e digita il valore numerico *