In Australia una neonata riceve un trapianto di cellule staminali cordonali per prevenire il diabete di tipo 1

Una neonata australiana è diventato la bambina più piccolo al mondo a sottoporsi al trapianto di cellule staminali cordonali. La piccola Lucy Hinchion, di soli 20 mesi, ha ricevuto l’infusione per prevenire o ritardare l’insorgenza del diabete di tipo 1.

Conservazione cordone ombelicale - GuidaDi: Redazione

Il trapianto rientrava nel piano di uno studio di cinque anni effettuato dal Children’s Hospital di Sydney. La ricerca ipotizza che le cellule staminali cordonali, conservate in precedenza, po con i ricercatori sperano che conservato il sangue del cordone ombelicale possano inibire lo sviluppo del diabete di tipo 1.

Le cellule staminali cordonali sono chiamate cellule Tregs e vengono ampiamente sperimentate in una serie di studi per il trattamento del diabete di tipo 1 e di altre patologie.

Lucy è stata coinvolta in questo studio perché sua madre, Sonya, aveva deciso di conservare le sue cellule staminali cordonali, con l’obiettivo di poter aiutare con un trapianto la sorella Ava, di sette anni, a cui è stato diagnosticato con diabete di tipo 1 .

Quando Lucy recentemente è risultata positiva a un test di rilevazione di due anticorpi che indicano il potenziale sviluppo del diabete di tipo 1, le sono state infuse le sue cellule staminali cordonali conservate nella biobanca per impedirne l’avanzamento.

L’infusione di cellule staminali cordonali potrebbe aiutare Lucy a evitare il diabete di tipo 1. Sono in programma esami di controllo ogni tre mesi nel corso dei prossimi tre anni per valutare il possibile sviluppo della patologia.

Fonte: “diabetes.co.uk”

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calcola e digita il valore numerico *