App contro diabete gestazionale

Una app ti protegge contro il diabete gestazionale

La lotta al diabete gestazionale si fa digitale. La Fondazione Bruno Kessler ha sviluppato una app pensata proprio per le future mamme diabetiche

Conservazione cordone ombelicale - GuidaDi: Redazione

Sono disponibili molti studi clinici incentrati sul diabete gestazionale. Nonostante si concentrino su punti diversi, concordano tutti su un punto: la sua pericolosità per madre e bambino. Per questo motivo, la Fondazione Bruno Kessler ha sviluppato una app che aiuta ad affrontare il diabete in gravidanza.

I rischi del diabete gestazionale

Secondo l’American Journal of Epidemiology, il diabete gestazionale colpisce soprattutto chi ha avuto il menarca in giovane età. Uno studio pubblicato sul British Medical Journal, invece, punta il dito contro il consumo eccessivo di patate prima del concepimento.

Quel che è certo è che il diabete colpisce il 10-20% delle future mamme, manifestandosi di solito nelle ultime settimane di gestazione. La patologia colpisce soprattutto i soggetti già a rischio. Il diabete è infatti collegato ad alterazioni del metabolismo del glucosio, causate spesso da sovrappeso e alimentazione sbagliata.

Le anomalie causate dal diabete in gravidanza sono rischiose per mamma e bambino. Per la donna, aumentano il rischio di complicazioni nel corso del parto. Per il piccolo, aumentano il rischio di incorrere in problemi di peso e diabete una volta adulto.

La app anti-diabete

Per contrastare i tanti rischi del diabete gestazionale, la Fondazione Bruno Kessler ha sviluppato una applicazione ad hoc. “TreC – Diabete” è una app pensata appositamente per le donne in dolce attesa e affette da diabete gestazionale.

Le tre C del nome stanno per Cartella Clinica del Cittadino ed è questo che la app è. Le sue funzioni permettono alla paziente e ai suoi medici di tenere sotto controllo un diario digitale del diabete. In questo modo è possibile seguire passo a passo l’evoluzione della malattia e affrontare per tempo le complicazioni.

Per il momento la app è in fase di sviluppo e viene prescritta dal Centro Diabetologico di Trento. Per il momento l’hanno usata 17 donne, tenendo un diario quotidiano dal primo trimestre al parto.

Fonte: ilsole24ore.com

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calcola e digita il valore numerico *