Gemelli gravidanza a rischio

Un abbraccio salva gemellini in una gravidanza a rischio

La gravidanza a rischio di due gemelli ha avuto un lieto fine grazie a un abbraccio, che ha impedito ai cordoni ombelicali di attorcigliarsi

Conservazione cordone ombelicale - GuidaDi: Redazione

È bastato un abbraccio a salvare due gemellini britannici dagli esiti disastrosi di una gravidanza a rischio. I due fratelli condividevano lo stesso sacco amniotico, situazione molto pericolosa. Rischiavano infatti che i cordoni ombelicali si attorcigliassero, uccidendo entrambi. Invece, sono arrivati in questo mondo tenendosi per mano.

Una gravidanza a rischio

Le gravidanze monoamniotiche coinvolgono circa 1 coppia di gemelli ogni 35.000. Basta un attimo perché i cordoni si attorciglino e interrompano il passaggio di sangue ossigenato ai feti. Infatti, i gemelli che condividono il sacco amniotico hanno il 50% di possibilità di non sopravvivere.

Vicky Cremer, la mamma dei due bambini, era già disperata. All’inizio credeva di aspettare un solo bambino. La notizia che i bambini erano due e che la sua era una gravidanza a rischio è arrivata solo in seguito. La donna viveva nella paura di poter perdere entrambi i figli da un momento all’altro, fin quando non è arrivato il momento dell’ecografia.

I due bambini erano erano abbracciati e si stavano tenendo per mano. La posizione rendeva impossibile attorcigliarsi per i cordoni ombelicali. Questo ha permesso loro di arrivare indenni fino alla 32a settimana di gestazione, quando sono nati grazie a un parto pilotato.

Reuben e Theo pesavano 1,4 kg e 1,6 kg alla nascita. Erano entrambi sani e forti, anche se piccoli. I medici li hanno tenuti sotto osservazione per 5 settimane, dopodiché li hanno dimessi.

Fonte: ilmattino.it

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calcola e digita il valore numerico *